Tiefenbrunner: una novità in Cuzziol Grandivini

Tiefenbrunner è una novità del catalogo Cuzziol Grandivini. L’azienda atesina produce vini in gran parte determinati dalla bravura del produttore, certo, ma anche da una caratteristica dei propri vigneti: l’altitudine.

Cosa vuol dire altitudine per la vigna e per Tiefenbrunner

Alcuni di essi sono collocati ad oltre 1000 metri sul livello del mare. Questo comporta maturazione più lente e gradi alcolici solitamente più contenuti. Esempio di questa ‘altezza mezza bellezza’ è sicuramente il Feldmarschall, un’etichetta da uve Müller Thurgau ricavate dalle piante di questa varietà più alte d’Europa.

La selezione Vigna di Teifenbrunner

Anche da questa eccellenza nasce, era il 2013, l’idea di vinificare i singoli vigneti storici della cantina Tiefenbrunner. Da qui nasce la selezione Vigna composta da 3 vini bianchi e un vino rosso; tutti quanti presenti nel catalogo di Cuzziol Grandivini. Eccellente il Cabernet Sauvignon Vigna Toren in grado di mostrare grande tipicità senza eccessi di sensazioni verdi. Il Sauvignon Rachtl, l’annata sul mercato è la 2017, rappresenta una delle vette qualitative e in qualche modo geografiche di questo vitigno, visto che le piante da cui viene ricavato sono a 600 metri slm.

La ‘ricetta’ del Sauvignon Rachtl

Un vino di grande impatto, merito come detto della vigna, ma anche di un’attenzione in cantina che si manifesta grazie a una leggera macerazione, seguita da una vinificazione in parte realizzata in legno grande e in parte in contenitori da 500 litri. La realizzazione di questa etichetta si completa grazie a un assemblaggio in acciaio e a un successivo riposo in bottiglia per un anno. Il risultato è un’etichetta tanto difficile da pronunciare, per chi non conosca il tedesco, quanto facile da bere. Il Rachtl di Tiefenbrunner è uno dei migliori esempi di Sauvignon Blanc che abbiamo in Italia.