Monsieur Christophe è un professionista instancabile, un asceta della vinificazione. La sua cantina è moderna e luccicante come un’astronave, i suoi fornitori tremano per i controlli di qualità cui sono sottoposti i loro prodotti. La sua volontà di perfezione si esprime in primis nelle vigne, dove le rese sono mantenute mostruosamente basse: 25 hl/ha. E la poesia è tutta nel bicchiere. Riconosciuto dai più famosi critici francesi come l’erede del grande Henry Jayer, Christophe Perrot-Minot presenta i suoi vini con una ferma dichiarazione di stile: “Non tollero i vini rustici”. Assaggiatene uno qualsiasi e saprete per sempre a quali vette può giungere il pinot nero nelle mani di un manager poeta.

Importato da: